Caffè e colesterolo: esiste un collegamento?

Descrizione

Ci sono molte affermazioni su caffè e colesterolo. Gli studi su come il caffè aumenta i livelli di colesterolo sono stati mescolati. Una cosa è chiara: il caffè può aumentare il colesterolo, ma questo dipende da come lo prepari e da quanto bevi. Se sei sensibile alla caffeina, anche il caffè può avere un impatto sulla tua salute.

Cos’è il colesterolo?

Il colesterolo è una sostanza cerosa prodotta dal fegato. Si trova naturalmente nel corpo. Oltre al colesterolo prodotto dal tuo corpo, ottieni il colesterolo attraverso determinati alimenti. Troppo LDL, o colesterolo “cattivo”, ti mette a rischio di malattie cardiovascolari. La maggior parte dei medici consiglia di limitare la quantità di colesterolo aggiunto dalla dieta.

Il caffè non contiene colesterolo come fanno molti prodotti animali. Invece, il caffè influenza il modo in cui il tuo corpo produce il colesterolo.

Collegamento tra caffè e colesterolo

Diversi studi negli ultimi dieci anni hanno dimostrato un legame tra caffè e colesterolo. Secondo uno studio, la colpa è degli oli di caffè (noti come diterpeni) come cafestol e kahweol. Gli oli di caffè si trovano naturalmente nel caffè con caffeina e decaffeinato.

La ricerca indica che il cafestol influisce sulla capacità del corpo di metabolizzare e regolare il colesterolo. Secondo a meta-analisi degli studi controllati su caffè e colesterolo, gli oli di caffè possono diminuire gli acidi biliari e gli steroli neutri. Questo può portare ad un aumento del colesterolo. I ricercatori hanno concluso che il cafestol è il “composto più potente per aumentare il colesterolo identificato nella dieta umana”.

Se hai una mutazione genetica che rallenta il metabolismo del caffè nel tuo corpo e bevi due o più tazze di caffè al giorno, il tuo rischio di malattie cardiache potrebbe essere maggiore.

Perché il tuo caffè è importante

Gli oli di caffè sono più potenti nei caffè in cui i fondi hanno il contatto più lungo con l’acqua durante l’erogazione. È stato dimostrato che una pressa francese, che eroga caffè facendo passare continuamente acqua attraverso i fondi, ha maggiori concentrazioni di cafestol. La preparazione in una caffettiera in stile americano con un filtro, d’altra parte, ha livelli relativamente bassi, poiché la bevanda viene fatta passare attraverso i terreni una sola volta. La maggior parte della cafestol viene lasciata nel filtro, indipendentemente dall’arrosto. Un altro studio ha scoperto che il caffè bollito in stile turco e il caffè bollito in stile scandinavo avevano la più alta quantità di diterpeni. Il caffè istantaneo e il caffè a goccia avevano quantità “trascurabili” e l’espresso aveva quantità intermedie.

Research – Ricerca ha dimostrato che bere cinque tazze di caffè al giorno con un metodo di preparazione della pressa francese può aumentare i livelli di colesterolo nel sangue dal 6 all’8%.

Benefici del bere caffè

A meno che tu non stia bevendo quotidianamente quantità significative di caffè pressato non filtrato o francese, l’aumento dei livelli di colesterolo non dovrebbe essere un grosso problema, almeno non quando si tratta di caffè. Al contrario, il caffè può essere in grado di fornire numerosi benefici per la salute.

Secondo la Mayo Clinic, gli studi non hanno trovato alcuna connessione significativa tra caffè e aumento dei rischi di malattie cardiache e cancro. Studi precedenti che hanno trovato un collegamento non hanno considerato altri comportamenti ad alto rischio comuni nei bevitori di caffè, come il fumo e la mancanza di esercizio. La ricerca, tuttavia, ha indicato un legame tra il consumo di caffè e la diminuzione del tasso di mortalità.

Il caffè è stato anche associato alla protezione contro malattie come il diabete di tipo 2, malattie del fegato, Parkinson e depressione.

Avvertenze e rischi

Forse alcune delle domande più rilevanti sugli effetti del caffè risiedono nel suo elemento energetico e di miglioramento dell’umore: la caffeina. Dopotutto, è per questo che molti di noi bevono il caffè in primo luogo.

La caffeina è uno stimolante. Troppo può causare nervosismo, insonnia, mal di testa, disturbi di stomaco e ansia. Alcune persone sono particolarmente sensibili agli effetti della caffeina. Queste persone potrebbero voler limitare la quantità di caffè che bevono o passare al decaffeinato.

La caffeina può peggiorare alcune condizioni, come:

  • insonnia
  • ansia
  • Depressione
  • alta pressione sanguigna
  • problemi cardiaci come aritmie
  • problemi renali
  • problemi di stomaco cronici

Ce ne sono alcuni prova che le donne che bevono grandi quantità di caffeina possono avere un rischio maggiore di osteoporosi. La caffeina può interagire con alcuni farmaci o erbe. Usa con cautela se prendi:

  • antibiotici chinolonici come ciproflaxina e norfloxacina
  • farmaci per l’asma come la teofillina
  • farmaci per la depressione
  • farmaci anticoagulanti
  • farmaci stimolanti compresi i decongestionanti
  • echinacea
  • pillole dimagranti contenenti caffeina
  • analgesici contenenti caffeina

La caffeina non si trova solo nel caffè. È anche contenuto nel tè nero, nel tè verde, nel cioccolato, nelle bevande energetiche e persino in un tipo di convulso.

Takeaway

Non importa come lo prepari, il caffè non va da nessuna parte. È una delle bevande più apprezzate al mondo. Anche se c’è motivo di preoccuparsi che il caffè aumenti il ​​colesterolo, non c’è bisogno di farsi prendere dal panico. Puoi ridurre il rischio preparando il caffè a goccia e gustando caffè e caffè espresso o bolliti con moderazione. Se hai il colesterolo alto, bevi con moderazione il caffè preparato a goccia. Parla con il tuo medico di eventuali dubbi che hai.

Lascia un commento