Perdere il ciclo a causa dell’esercizio fisico è un brutto segno

Meredith Vogel ha perso il ciclo quando aveva 22 anni.

Come studentessa universitaria, ha lavorato per circa mezz’ora su una macchina ellittica quattro o cinque volte a settimana. Ha iniziato a guardare anche quello che mangiava.

Anche se non ha mai saltato un pasto, Vogel ha ridotto le sue porzioni e le sue cene con il suo ragazzo. Ha perso un po ‘di peso e nel giro di sei mesi le sue mestruazioni sono scomparse.

Da un lato, Vogel era sollevata di non avere il ciclo. “A una parte di me non importava”, ha ricordato.

Il suo medico non riusciva a capire cosa c’era che non andava. Secondo le linee guida dell’indice di massa corporea (BMI), era un peso sano per il suo telaio da 5 piedi-4.

Ma la sua analisi del sangue ha mostrato livelli elevati di enzimi epatici, zucchero nel sangue e colesterolo, indicando che qualcosa non andava nel suo corpo.

Alla fine, i medici le dissero che aveva bisogno di mangiare di più.

Si scopre che Vogel, che ora ha 39 anni e vive a Long Island, New York, non stava alimentando adeguatamente il suo corpo. Il suo corpo ha reagito entrando in modalità di fame, rallentando il suo metabolismo e conservando energia.

“A quel tempo, non c’erano molte informazioni [sulla perdita del ciclo]. Non pensavo di fare qualcosa di sbagliato “, ha detto Vogel. Quando ha guadagnato peso, il suo periodo è ricomparso.

L’amenorrea, o l’assenza di mestruazioni, non è un fenomeno nuovo.

Tuttavia, è spesso associato ad atleti professionisti e si presume che sia un segno che il corpo è estremamente in forma, una conseguenza dell’adattamento a livelli elevati di esercizio. Oppure è considerato un effetto collaterale di un disturbo alimentare.

Eppure le donne di tutti i giorni sono altrettanto suscettibili a perdere il ciclo.

Segni di disfunzione mestruale si verificano nel 60% degli atleti ricreativi, ha detto Nancy Williams, professore di kinesiologia e fisiologia alla Penn State University.

In un sondaggio su oltre 300 donne con amenorrea, Nicola Rinaldi, autore di “Nessun periodo. E adesso cosa?Ha trovato un’ampia gamma di frequenza e intensità di esercizio tra le donne che hanno perso il ciclo, comprese le donne che si allenano da tre a quattro giorni alla settimana per meno di un’ora e le donne che non si allenano affatto.

Condividi su Pinterest“La mia esperienza è stata che non è il tuo esercizio fisico, ma il modo in cui mangi per alimentare [il tuo esercizio]”, che causa problemi di salute e la perdita di un periodo, ha condiviso Vogel. (Foto via Vogel)

Come l’esercizio fisico può causare periodi irregolari

L’esercizio in sé non causa l’interruzione delle mestruazioni. È la mancata corrispondenza tra l’energia consumata e l’energia utilizzata, che si traduce in quella che viene chiamata bassa disponibilità di energia.

“Non dipende necessariamente dal consumo di una quantità elevata di calorie”, ha sottolineato Williams. “Ma quando la spesa per l’esercizio fisico fa sì che qualcuno attinga all’energia di cui ha bisogno per eseguire i processi quotidiani del proprio corpo, può causare un problema”.

Quando il tuo corpo non ha abbastanza energia per mantenere i tuoi sistemi ronzanti, allontana l’energia da quelle non essenziali come la riproduzione e la crescita, inclusa la costruzione delle ossa.

Di conseguenza, l’ipotalamo, una regione del cervello, rallenta o arresta il rilascio degli ormoni che controllano l’ovulazione.

Ricercatori a Penn State University ha scoperto che ridurre le calorie da 470 a 810 al giorno rispetto al fabbisogno di base su un minimo di tre cicli mestruali è sufficiente per disturbare il ciclo di una donna.

Alcuni cambiamenti erano evidenti, come periodi di scomparsa, mentre altri erano subclinici e non evidenti.

La bassa disponibilità di energia può verificarsi per molte ragioni: cambiamenti o restrizioni nella dieta, esercizio fisico, stress o una combinazione di questi fattori, spiegato Catherine Gordon, MD, direttore della Division of Adolescent and Transition Medicine presso il Cincinnati Children’s Hospital Medical Center e autore principale di nuovi linee guida sul trattamento dell’amenorrea da The Endocrine Society.

Sfortunatamente, non esiste un test gold standard e ogni persona ha il proprio set point interno. Un livello di dieta ed esercizio fisico che potrebbe scatenare una persona potrebbe andare bene per qualcun altro.

Ad esempio, Terena Bell ha subito dei cambiamenti nel suo periodo intorno ai 30 anni.

È passata dal non fare esercizio a 90 minuti di yoga al giorno. Di conseguenza, le sue mestruazioni sono diventate molto leggere e i suoi cicli sono durati da un giorno a un giorno e mezzo. “Non pensavo allo yoga come esercizio e come qualcosa che avrebbe rovinato il mio periodo”, ha detto.

Jesse Blondin, 35 anni, residente a Ottawa, si è allenato in modo simile ad altri triatleti e corridori ricreativi che conosceva: dai 45 ai 60 minuti al giorno, forse un po ‘di più nei fine settimana.

Tuttavia, quando ha smesso di prendere la pillola anticoncezionale per cercare di mettere su famiglia, non ha avuto il ciclo.

“Non avevo idea di non avere un ciclo naturale”, ha detto. “Era frustrante perché associavo [l’amenorrea] a persone super magre come ginnaste e olimpioniche”.

Eppure il suo esame del sangue ha rivelato che i suoi livelli ormonali erano vicini allo zero.

Condividi su Pinterest“Sono giovane. Sono sano. Sono attivo. Non dovrei avere problemi a rimanere incinta. Ma si è scoperto che la cosa che stavo facendo per essere sano stava causando problemi “, ha detto Jesse Blondin. (Foto via Blondin)

Il ciclo è un segno vitale, soprattutto per la salute delle ossa

Mentre la maggior parte delle donne preferirebbe non affrontare il fastidio del ciclo, Gordon considera il ciclo mestruale un segno vitale.

Come la frequenza cardiaca o il polso, le mestruazioni possono offrire uno sguardo a ciò che sta accadendo all’interno del tuo corpo e un segno che i sistemi del tuo corpo stanno funzionando senza intoppi.

Il tuo periodo può anche indicare problemi di salute a lungo termine.

“Se i tuoi periodi si stanno allungando, i tuoi cicli si allungano, o il tuo flusso sta diventando leggero o si interrompe, può essere un segno di carenza di estrogeni”, ha detto Gordon, che può influenzare la tua fertilità.

L’amenorrea è anche un segno caratteristico della triade dell’atleta femminile, che coinvolge tre condizioni correlate che spesso coesistono: disponibilità di energia, funzione mestruale e densità minerale ossea. Questa condizione è stata collegata a salute cardiovascolare, con conseguente disfunzione endoteliale e livelli di colesterolo più elevati.

La connessione tra amenorrea e salute delle ossa è più preoccupante per i medici. “Se inizi a perdere il ciclo mestruale, potresti essere sulla buona strada per perdere ossa”, ha detto Williams.

Le donne (e gli uomini) raggiungono il picco di massa ossea o la più alta densità ossea tra i 20 ei 30 anni.

Da quel momento in poi, mantieni ciò che hai e inizi a perdere ossa come parte del processo di invecchiamento.

Se non si verifica la naturale ondata mensile di estrogeni per la costruzione e la protezione delle ossa, specialmente durante gli anni critici dell’adolescenza e della prima età adulta, potresti non raggiungere la tua massa ossea massima.

Di conseguenza, potresti avere tessuto osseo più debole ed essere maggiormente a rischio di lesioni da stress osseo come fratture da stress, specialmente nella schiena, nel bacino e nell’osso del tallone, secondo un 2017 studio dall’American Journal of Sports Medicine.

Sei anche suscettibile alla diagnosi precoce di osteopenia e osteoporosi.

Condividi su Pinterest“Nessun periodo. E adesso? ” e il gruppo Facebook con lo stesso nome aiutano le donne a modificare la loro salute, a discutere i problemi dell’immagine corporea amplificati dall’aumento di peso e si sostengono a vicenda, poiché di solito devono rinunciare all’esercizio che amano per un po ‘.

Come capire che potresti soffrire di amenorrea

Sia che utilizzi un’app o un buon vecchio calendario, tieni d’occhio il tuo ciclo. Prendi nota della frequenza con cui hai il ciclo, della durata e del flusso.

“Il tuo ciclo completo dovrebbe avere una durata normale, tra 26 e 36 giorni. Dovresti avere una discreta quantità di sanguinamento per due o tre giorni all’inizio del ciclo “, ha condiviso Williams.

Se noti meno sanguinamento o meno giorni di sanguinamento o se hai nove o meno mestruazioni all’anno, consulta il medico.

Altri segni a cui prestare attenzione includono una storia di fratture da stress o altre lesioni da stress osseo.

Potresti anche sentire freddo o avere una frequenza cardiaca a riposo più bassa a causa del ridotto metabolismo.

“Inizi a vedere il corpo compensare quando il metabolismo rallenta o una persona potrebbe risparmiare energia dal punto di vista del movimento, fare esercizio molto duro, ma non fare molto per il resto della giornata”, ha detto Gordon.

Il medico probabilmente condurrà un esame fisico e test di laboratorio per escludere altre possibili cause di amenorrea come gravidanza, sindrome dell’ovaio policiclico o ipotiroidismo.

Tuttavia, Gordon sconsiglia di assumere contraccettivi orali per indurre sanguinamento e aumentare la densità ossea. “Non è efficace per la salute delle ossa”, ha detto.

Il recupero è possibile

Il recupero probabilmente richiederà cambiamenti nel comportamento per consentire al tuo corpo di guarire, come una diminuzione dell’esercizio, un aumento e un migliore apporto alimentare e una riduzione dello stress.

Le linee guida della Endocrine Society consiglia di lavorare con il tuo medico, un endocrinologo, un dietista registrato (che può valutare il tuo fabbisogno calorico e creare una road map verso un livello equilibrato di energia) e un professionista della salute mentale (che può aiutare a trattare qualsiasi disturbo alimentare o stress sottostante e aiutare con cambiamento di comportamento).

“Quello che devi fare per recuperare non significa come deve essere la tua vita per sempre”, ha detto Rinaldi.

Alla fine puoi riprendere l’esercizio e persino allenarti per maratone e triathlon.

Secondo Rinaldi, occorrono in media sei mesi perché il ciclo di una donna ritorni.

Per quanto ne sanno i ricercatori, l’amenorrea non causa danni irreversibili alla fertilità, ha detto Williams. Piuttosto, provoca infertilità transitoria, il che significa che è molto possibile rimanere incinta dopo la ripresa del ciclo.

Per le donne che soffrono di amenorrea, può sentirsi sola.

“Tra gli amici attivi, nessuno ha parlato di non avere il tuo ciclo”, ed era difficile trovare informazioni online, ha condiviso Blondin.

Inciampò in quella di Rinaldi Nessun periodo. E adesso cosa? Gruppo Facebook, una comunità solidale di circa 2,000 donne che hanno avuto problemi con il loro ciclo mestruale.

“È davvero fondamentale per le donne in recupero essere in grado di parlare con gli altri che stanno attraversando la stessa cosa”, ha detto Rinaldi, che ha sperimentato lei stessa l’amenorrea.

“Può essere difficile invertire la tendenza a mangiare di più e fare meno esercizio fisico, soprattutto se sei coinvolto nella comunità di corsa o CrossFit”, ha detto.

Ricorda, il cibo è carburante, soprattutto quando ti alleni.

“Quando inizi a fare esercizio, devi aumentare leggermente le calorie per compensare questo”, ha detto Gordon. “Devi ridare sostentamento al corpo, ed è importante per la salute riproduttiva e delle ossa”.

Lascia un commento