Sculacciate e violenza domestica

La madre del Missouri, Meredith Liberman, ricorda bene le sculacciate che ha ricevuto da bambina.

“I miei genitori hanno adottato un approccio biblico rigoroso per crescere i figli”, ha detto Liberman a Healthline. “Ricordo di aver sentito spesso: ‘Risparmia la verga, vizia il bambino’. La sculacciata era una forma costante di disciplina in casa nostra, la più usata. I miei fratelli e io saremmo stati in fila per una conferenza prima di ricevere le nostre punizioni. Culo nudo, con una varietà di strumenti. C’erano cucchiai di legno che si rompevano sul sedere e le racchette da ping-pong. Una volta dovevamo persino tagliare il nostro ramo da un albero. Ancora oggi, il suono di una cintura che si spezza mi manda nel panico. “

Per Liberman, sculacciare i propri figli non è mai stata un’opzione. In effetti, ha concluso le relazioni con potenziali partner che non erano disposti a cedere le proprie posizioni pro-sculacciate.

Oggi lei e suo marito sono sulla stessa pagina.

“La sculacciata e la forza fisica non sono nel nostro vocabolario genitoriale, in particolare a causa di come queste cose ci hanno modellato in modi che riteniamo negativi”, dice Liberman.

Sculacciare o non sculacciare?

Nel corso degli anni, la sculacciata è stata oggetto di parecchi studi di ricerca.

I ricercatori hanno detto che la tattica disciplinare può aumentare la malattia mentale, fare bambini più aggressiva più tardi nella vita, e persino portare a meno materia grigia nel cervello di un bambino.

L’ultima ricerca, pubblicata in The Journal of Pediatrics, conclude che i bambini che sono stati sculacciati hanno un rischio maggiore di diventare autori di violenza domestica in età adulta. Questo aumento è stato riscontrato anche durante il controllo di altri fattori, come lo stato socioeconomico e altri tipi di abuso domestico.

È a causa di questa ricchezza di dati che la maggior parte delle principali organizzazioni sanitarie raccomandare contro sculacciata. L’American Academy of Pediatrics (AAP) prende questa posizione: “L’American Academy of Pediatrics si oppone fermamente a colpire un bambino per qualsiasi motivo. La sculacciata non è mai consigliata. “

Nel gennaio 2017, la Francia è diventata il 52 ° paese a divieto di sculacciata.

Lo scorso aprile, NPR segnalato che negli Stati Uniti, 15 stati ancora consentono espressamente le punizioni corporali nelle scuole, mentre altri sette Stati non avevano regole contro le punizioni corporali.

E un Sondaggio ABC pubblicato lo scorso novembre ha scoperto che i genitori statunitensi hanno approvato la sculacciata con un margine di 2 a 1. La metà dei genitori intervistati ha affermato di aver sculacciato i propri figli.

Un tema caldo per i genitori

Se vuoi coinvolgere un gruppo di genitori in una discussione accesa, ci sono una manciata di argomenti che sicuramente produrranno l’effetto desiderato.

Ma è possibile che nessuno sia così controverso come l’argomento della sculacciata.

Coloro che sono contrari sottolineano la ricerca che mostra le conseguenze negative della sculacciata.

Coloro che sono favorevoli spesso indicano la propria infanzia, dicendo: “Vedi, sono andata bene”.

Questo è il caso di Stephanie Thompson del New Jersey.

Ha detto a Healthline di essere stata sculacciata da bambina e che i suoi figli sono stati sculacciati oggi. Ma la sculacciata che descrive è molto diversa da quella vissuta da Liberman.

“La sculacciata era normalmente l’ultima risorsa nella mia famiglia quando crescevo, ma ricordo di essere stata sculacciata una manciata di volte. Era sempre dopo che altre cose non erano riuscite a porre fine a qualunque comportamento in cui non avrei dovuto impegnarmi. Sono stato sculacciato sia con la mano aperta che con un interruttore “, ricorda Thompson.

Oggi, dice, “Ognuno dei miei tre figli è stato sculacciato probabilmente da due a cinque volte nel corso della sua vita. La sculacciata è sempre stata l’ultima risorsa per noi, e solo per i reati più gravi. Non succede spesso, ma quando accade non ripetono l’offesa “.

Alcuni argomenti contro

Quindi c’è una differenza tra il tipo di sculacciata descritto da queste due madri?

E potrebbero esserci potenziali momenti in cui la sculacciata è, in effetti, una tattica disciplinare appropriata senza conseguenze a lungo termine?

Non è così semplice, secondo Monica Jackman, una terapista occupazionale in Florida specializzata in pediatria e salute mentale.

“Abbiamo ancora una generazione di genitori che sono stati sculacciati”, ha detto a Healthline. “Quindi per loro è familiare. Ma anche se guardi alla nostra cultura in generale, non discipliniamo le persone che hanno infranto la legge con la violenza fisica. Allora perché lo facciamo con i nostri figli? La maggior parte delle volte, quando un genitore sculaccia, è arrabbiato o frustrato, anche se sta cercando di non esserlo. Quindi invia un messaggio misto, perché il genitore colpisce quando è arrabbiato o frustrato, ma il bambino si finirebbe nei guai per aver fatto lo stesso. “

“Anche oltre”, ha spiegato, “la violenza fisica si traduce in genere nella paura. Ciò potrebbe impedire a un bambino di ripetere il comportamento. Hanno paura, quindi evitano di impegnarsi in qualsiasi comportamento stimolante che abbia prodotto quella paura. Ma in realtà non stai insegnando nulla al bambino. Anche se aggiungi una conversazione dopo la sculacciata, da adulto stai modellando la violenza fisica come mezzo per ottenere un fine per convincere un bambino a cambiare il suo comportamento. Dobbiamo pensare al messaggio che manda i bambini: colpire può essere usato per convincere qualcun altro a fare quello che vuoi tu. “

Invece, dice: “I genitori devono insegnare ai loro figli ad avere un migliore controllo emotivo. E lo insegnano modellandolo da soli “.

Il dottor Michael Yogman, pediatra e membro dell’AAP, è d’accordo.

“L’origine della parola ‘disciplina’ deriva dall’apprendimento”, ha detto a Healthline. “E i bambini non imparano quando vengono colpiti. Quindi, se l’obiettivo della disciplina è imparare, allora dobbiamo trovare modi migliori – e dobbiamo aiutare i genitori a trovare modi migliori “.

“Parte di questo è culturale”, ha continuato. “I genitori dicono decisamente: ‘Bene, questo è ciò con cui sono cresciuto e sto bene’. Quindi, come pediatri, come affrontiamo la questione della cultura nonostante le prove? “

Alcuni argomenti per

La risposta a questa domanda potrebbe venire dalla scoperta del motivo per cui i genitori sono così veloci nel respingere la ricerca.

Per Thompson, il problema è che la scienza non è perfetta e nessuno studio di ricerca può spiegare tutto.

Prima della sua intervista con Healthline, Thompson ha richiesto una copia completa della ricerca più recente.

“Mi piace la scienza, anche quando non sono d’accordo”, ha detto. “E vorrei leggere lo studio completo prima di commentare.”

Una volta fatto, è tornata con un elenco di aree in cui la ricerca non è stata all’altezza.

“In superficie, sembra che abbiano tenuto conto di tutti questi diversi fattori”, ha detto Thompson. “Ma c’è ancora così tanto che hanno perso. Ad esempio, lo studio stesso è stato completato solo in Texas. Essendo cresciuto io stesso in Texas, sono ben consapevole che le punizioni corporali sono probabilmente più la norma lì che in altri posti. Quindi è possibile che le punizioni corporali nelle scuole abbiano maggiori probabilità di portare ad abusi fisici, al contrario di sculacciate occasionali in casa? Lo studio ha anche utilizzato solo l’auto-segnalazione dei bambini e dei giovani adulti che sono stati sculacciati. Non ha corroborato nessuna di quelle affermazioni con i genitori e altri significativi “.

Ha avuto problemi simili con altri studi che hanno prodotto esiti negativi di sculacciata.

“C’è differenza tra sculacciare in case estremamente religiose?” lei chiese. “O che dire delle case in cui la sculacciata è usata solo molto raramente, al contrario delle case in cui è un evento molto più comune? Penso che la psicologia sia ancora un campo in crescita e abbiamo bisogno di più punti dati per fare affermazioni e ipotesi così radicali “.

Per Thompson, e probabilmente per molti altri genitori che sculacciano come lei, le sue esperienze personali hanno più peso della ricerca che ha letto.

La sculacciata è culturale?

Il che ci riporta al fatto che la sculacciata è davvero una cosa culturale negli Stati Uniti.

Naturalmente, non tutti i bambini sculacciati hanno un’associazione positiva con quell’esperienza. Liberman ha detto: “Quando ero in quella situazione, non mi sentivo amato o sostenuto. Mi sono sentito vergognoso e meno. Ogni volta che facevamo qualcosa che non avremmo dovuto fare o commettevamo un errore, la risposta era che eravamo fisicamente feriti “.

Dopo aver esaminato le recenti ricerche e il collegamento con la futura violenza domestica, ha aggiunto: “Per me ha senso. L’ho vissuto. L’ho visto vivere dai miei fratelli. Circa la metà di noi ha relazioni sane ed equilibrate oggi. Ma l’altra metà ha relazioni che sono emotivamente o fisicamente violente. Per loro, non è solo l’unica relazione. È ciclico. “

“Può sembrare un po ‘forzato per alcuni genitori”, ha sottolineato Yogman, “ma la questione della violenza e del potere riguardo alla sculacciata è in realtà abbastanza reale. E visto il recente #MeToo movimento, è importante parlare del fatto che i bambini che sono stati sculacciati tendono a credere che la violenza sia un modo per esercitare e acquisire potere “.

Quindi quali sono le alternative per i genitori che vogliono cambiare il comportamento del loro bambino senza potenzialmente contribuire a conseguenze negative a lungo termine?

“Dobbiamo essere disposti a guardare alla radice dei comportamenti problema prima di saltare semplicemente alla disciplina”, Jackman, che aiuta abitualmente i genitori ad affrontare i comportamenti problema a Terapia del piccolo loto, ha detto a Healthline. “Molte volte, c’è un deficit di abilità che contribuisce al comportamento problema, il che significa che nessuna ricompensa o punizione funzionerà finché quel deficit di abilità non sarà risolto. Potrebbe essere un problema di autoconsapevolezza, autoregolamentazione, consapevolezza sociale o una miriade di altre cose “.

Jackman ha continuato: “Per molti bambini che non hanno deficit di abilità in queste aree, migliorare il comportamento può essere semplice come fermarli, affrontare il problema, incoraggiare i time-in e quindi aiutarli a risolvere meglio il problema nel futuro. Ma per i bambini con problemi di funzione esecutiva o problemi di autoregolamentazione, potrebbero aver bisogno di interventi sociali ed emotivi più intensivi. Ed è qui che un terapista occupazionale o un terapista comportamentale può essere in grado di aiutare “.

Alcune di queste, dice, potrebbero essere ciò che anche i genitori devono imparare. “I genitori sculacciano perché sono stressati e provano affaticamento per compassione. Alla fine della giornata, sono semplicemente troppo stanchi per affrontare il comportamento problematico del loro bambino e vogliono solo che finisca. È normale. La fatica della compassione è una cosa molto reale. Ma è qui che penso che le pratiche contemplative, la consapevolezza, i farmaci e migliori interventi di gestione dello stress possano aiutare “.

Per ora, le prove contro la sculacciata sono molto più solide di qualsiasi cosa si possa trovare a favore della sculacciata.

Ma culturalmente, gli americani continuano a credere che la sculacciata sia un’opzione praticabile.

È probabile che cambiare questi atteggiamenti non avvenga dall’oggi al domani. E se leggi i commenti su qualsiasi discussione di sculacciata online, vedrai molti genitori giurare che è il metodo che funziona meglio per loro e per i loro figli.

Il che significa che potremmo dover aspettare un’altra generazione per vedere come e se questi atteggiamenti cambiano.

Lascia un commento