Trattamento naturale per gli effetti collaterali del trattamento del cancro al seno

Descrizione

Il trattamento per il cancro al seno spesso ha effetti collaterali spiacevoli. Questi variano da persona a persona. Potrebbero verificarsi solo effetti collaterali durante il trattamento, oppure potresti scoprire che alcuni effetti collaterali continuano anche dopo la fine del trattamento.

Gli effetti indesiderati comuni sono:

  • fatica
  • mal di testa
  • dolore
  • sintomi della menopausa
  • perdita di memoria

Alcune persone trovano che i rimedi naturali possono aiutare ad alleviare i loro effetti collaterali e migliorare la loro qualità di vita durante e dopo il trattamento.

Questi rimedi sono suggeriti solo per aiutare a trattare gli effetti collaterali del trattamento approvato dal medico. Non sono destinati a curare il cancro.

Puoi usare rimedi naturali insieme al tuo piano di trattamento prescritto. Tuttavia, alcuni trattamenti possono interagire con determinati farmaci. È importante consultare il medico prima di provare uno di questi rimedi.

Se inizi un nuovo trattamento, presta attenzione a come reagisce il tuo corpo. Se inizi a manifestare sintomi insoliti, interrompi l’uso e consulta il tuo medico.

Continua a leggere per scoprire come i rimedi naturali possono fornire sollievo.

Rimedi naturali per la stanchezza

rimedio per la stanchezzaCondividi su Pinterest

Il dente di leone può avere molti benefici, incluso il sollievo dalla fatica.

Ricercatori in uno Studio sugli animali del 2011 trovato prove significative a sostegno di ciò. Dopo aver ingerito l’estratto di tarassaco, i topi studiati sono stati in grado di nuotare più a lungo senza stancarsi. L’estratto ha anche contribuito a mantenere i livelli di glucosio nel sangue.

Il dente di leone può anche aiutare a rafforzare l’immunità, ridurre l’infiammazione e purificare il fegato.

Puoi prendere il dente di leone sotto forma di tè, tintura liquida o pillola. Prendi un solo modulo alla volta e segui attentamente le istruzioni di dosaggio.

Se sei allergico all’ambrosia o piante simili, non usare questo rimedio. Dovresti parlare con il tuo medico prima dell’uso se hai problemi alla cistifellea o stai assumendo uno dei seguenti farmaci:

  • litio (Lithane)
  • alcuni antibiotici
  • diuretici, come lo spironolattone (Aldactone)
  • farmaci per il diabete, come la metformina (Riomet)

Potresti anche essere in grado di trattare la stanchezza e aumentare i livelli di energia prendendo:

  • magnesio
  • ape polline
  • ginseng
  • liquirizia

Rimedi naturali per l’insonnia

rimedio per l'insonniaCondividi su Pinterest

Dormire a sufficienza è fondamentale per la tua routine quotidiana. Un sonno adeguato ti farà sentire riposato e in grado di affrontare la giornata.

Potresti trovare utile prendere una miscela di valeriana e melissa. Ricercatori in a 2013 studio ha scoperto che le donne in menopausa hanno sperimentato un significativo miglioramento della qualità del sonno durante l’assunzione di questo integratore.

La valeriana e la melissa possono anche aiutare a potenziare la funzione cerebrale, calmare la mente e migliorare il tuo umore.

Puoi prendere la combinazione di erbe come capsula, tè o tintura. Assicurati di seguire i dosaggi consigliati forniti con ciascun prodotto.

Parla con il tuo medico prima dell’uso se stai assumendo alprazolam (Xanax) o altri sedativi. La valeriana e la melissa possono anche interagire con l’alcol.

Potresti anche trovare utili i seguenti integratori:

  • magnesio e calcio combinati
  • melatonina
  • lavanda

Rimedi naturali per le vampate di calore

Condividi su Pinterest

Secondo un 2013 studio, le donne in menopausa possono ridurre la quantità e la gravità delle vampate di calore assumendo capsule di valeriana. I partecipanti allo studio hanno assunto 255 milligrammi (mg) di valeriana tre volte al giorno per otto settimane.

Puoi prendere la valeriana come capsula, tè o tintura. Segui sempre i dosaggi consigliati.

Parla con il tuo medico prima dell’uso se stai assumendo alprazolam (Xanax) o altri sedativi. La valeriana può anche interagire con l’alcol.

Alcuni rimedi naturali per i sintomi della menopausa contengono estrogeni vegetali e non dovrebbero essere presi se il cancro al seno è estrogeno positivo (ER positivo). Parla con il tuo medico per determinare se questo potrebbe essere un problema per te.

I seguenti supplementi possono anche ridurre la frequenza e la gravità delle vampate di calore:

  • omega-3
  • soia
  • cohosh nero
  • olio di enotera
  • vitamina E
  • trifoglio rosso
  • infuso di salvia
  • Erba di San Giovanni

Rimedi naturali per il dolore al seno

Condividi su Pinterest

I risultati di a 2010 studio suggerire di prendere vitamina E, olio di enotera o una combinazione dei due può ridurre il dolore al seno. Nello studio, le donne con dolore al seno correlato alla sindrome premestruale hanno assunto 1,200 UI di vitamina E e 3,000 mg di olio di enotera al giorno per sei mesi.

Puoi prendere vitamina E e olio di enotera sotto forma di capsule. Segui sempre i dosaggi consigliati. Oppure puoi anche massaggiare l’olio di enotera diluito sul seno quando provi dolore.

Non dovresti assumere vitamina E se hai:

  • angioplastica
  • diabete
  • storia di infarto
  • carenza di vitamina K
  • retinite pigmentosa
  • disturbi emorragici
  • cancro alla testa e al collo
  • storia di ictus
  • intervento chirurgico programmato

La vitamina E può causare interazioni avverse, quindi consulta il tuo medico se stai assumendo:

  • farmaci immunosoppressori, come la ciclosporina (Neoral)
  • farmaci usati per abbassare il colesterolo, come la niacina (Niacor)
  • farmaci che rallentano la coagulazione del sangue, come il warfarin (Coumadin)

Non usare l’olio di enotera se hai:

  • disturbi emorragici
  • epilessia o un altro disturbo convulsivo
  • schizofrenia
  • un intervento chirurgico programmato

L’olio di enotera interagisce con fenotiazine, farmaci che rallentano la coagulazione del sangue e farmaci usati durante l’intervento chirurgico.

Puoi anche trovare sollievo dal dolore al seno assumendo uno dei seguenti integratori:

  • zenzero
  • curcuma
  • magnesio
  • cohosh nero
  • olio di ricino
  • dente di leone
  • omega-3

Rimedi naturali per il dolore muscolare

Condividi su Pinterest

Ricercatori in a 2015 studio ha scoperto che l’estratto di zenzero era in grado di ridurre il dolore muscolare dopo l’esercizio. I partecipanti allo studio hanno assunto 2 grammi di polvere secca un’ora prima dell’esercizio o immediatamente dopo.

Lo zenzero può anche aiutare a rafforzare l’immunità e la funzione cerebrale e alleviare la nausea.

Prendi lo zenzero in capsule, tintura o tè. Segui sempre i dosaggi consigliati. Non prendere lo zenzero se hai il diabete, un disturbo emorragico o una condizione cardiaca.

Lo zenzero interagisce con:

  • farmaci usati per abbassare il colesterolo, come la niacina (Niacor)
  • farmaci che rallentano la coagulazione del sangue, come il warfarin (Coumadin)
  • farmaci che trattano le malattie cardiache, inclusa la nifedipina (Adalat)

Se soffri di dolore vaginale, potresti trovare sollievo anche assumendo integratori di pepe di Caienna, olio di pesce o curcuma.

Rimedi naturali per stress e ansia

Condividi su Pinterest

Puoi usare la lavanda o la camomilla o gli oli essenziali per creare sentimenti di calma e serenità.

Anche l’assunzione di un integratore alimentare con probiotici, magnesio, vitamine e minerali può aiutare ad alleviare lo stress. Secondo a 2016 studio, le persone che hanno assunto un tale integratore hanno sperimentato livelli ridotti di stress psicologico e affaticamento. Questi benefici sono durati fino a un mese dopo che hanno smesso di prendere il supplemento.

Prima di aggiungere un integratore vitaminico o probiotico al tuo regime, parla con il tuo medico.

Vitamine e minerali hanno alcuni possibili effetti collaterali e interazioni.

Se aggiungi un supplemento alla tua routine, segui il dosaggio indicato.

Rimedi naturali per la funzione cognitiva

Condividi su Pinterest

I risultati di a 2013 studio ha mostrato risultati positivi nel rapporto tra il consumo di Panax ginseng e il funzionamento cognitivo. Il ginseng può aumentare la capacità di lavoro intellettuale. È anche una fonte naturale di actoprotettori, che aumentano le prestazioni mentali e fisiche.

Il ginseng può anche aiutare ad alleviare l’infiammazione, rafforzare il sistema immunitario e ridurre l’affaticamento.

Puoi prendere il ginseng sotto forma di tintura, tè o capsule. Seguire sempre i dosaggi consigliati e non utilizzare per più di sei mesi alla volta.

Non usare Panax ginseng se hai:

  • insonnia
  • una malattia autoimmune
  • un disturbo emorragico
  • una condizione cardiaca
  • diabete
  • ha subito un trapianto d’organo
  • qualsiasi condizione sensibile agli ormoni
  • schizofrenia

Panax ginseng può interagire con:

  • farmaci per la depressione, come la sertralina (Zoloft)
  • farmaci che rallentano la coagulazione del sangue, come il warfarin (Coumadin)
  • farmaci immunosoppressori, come la ciclosporina (Neoral)
  • farmaci per il diabete, come la metformina (Riomet)
  • diuretici, come la furosemide (Lasix)

Dovresti anche evitare di bere alcolici o bevande contenenti caffeina durante l’assunzione di Panax ginseng.

Puoi anche prendere in considerazione l’assunzione di uno dei seguenti integratori per migliorare la concentrazione e la memoria:

  • vitamina B
  • vitamina E
  • salvia
  • basilico
  • rosmarino
  • ginkgo biloba
  • omega-3

Rimedi naturali per l’immunità

Condividi su Pinterest

L’estratto di aglio può aiutare a disintossicare il corpo. Uno 2016 studio suggerisce che l’estratto di aglio invecchiato ha un effetto positivo sul sistema immunitario e può potenziare la funzione delle cellule immunitarie. Durante lo studio, le persone sane che hanno assunto quotidianamente integratori di aglio invecchiato per tre mesi hanno sperimentato meno sintomi di malattia.

L’estratto di aglio può anche ridurre l’infiammazione nel corpo e combattere la stanchezza.

Puoi prendere l’estratto di aglio sotto forma di capsule. Assicurati di seguire le istruzioni di dosaggio.

L’aglio può causare:

  • problemi di stomaco o digestione
  • reazioni allergiche
  • aumento del sanguinamento
  • bassa pressione sanguigna

L’aglio può interagire con:

  • alcuni antibiotici, come l’isoniazide
  • alcuni farmaci per l’HIV o l’AIDS, come il saquinavir (Invirase)
  • farmaci immunosoppressori, come la ciclosporina (Neoral)
  • farmaci che rallentano la coagulazione del sangue, come il warfarin (Coumadin)

Puoi anche prendere uno dei seguenti integratori per rafforzare il tuo sistema immunitario e migliorare la tua salute generale:

  • echinacea
  • sambuco
  • zinco
  • probiotici
  • estratto di foglie di ulivo
  • curcuma
  • tè verde

La linea di fondo

I rimedi naturali possono aiutare ad alleviare i sintomi, ma alcuni possono interagire con altri farmaci o trattamenti. Se vuoi aggiungere un rimedio naturale al tuo regime, parla con il tuo medico. Possono guidarti attraverso i potenziali benefici e rischi di ogni rimedio a cui sei interessato.

Ricorda, questi rimedi non sostituiscono il piano di trattamento prescritto dal medico. Questi trattamenti hanno il solo scopo di alleviare gli effetti collaterali, non di curare il cancro. Se aggiungi integratori alla tua routine, ci sono alcune cose che dovresti ricordare:

  • Acquista sempre integratori di alta qualità da produttori rispettabili per assicurarti sicurezza ed efficacia.
  • La maggior parte degli integratori viene assorbita meglio se assunta con il cibo.
  • Non assumere integratori per più di tre mesi alla volta. Fai una pausa di circa un mese tra la fine di un regime e l’inizio di un altro.

Potrebbero essere necessari alcuni tentativi ed errori finché non trovi un piano di trattamento olistico. Assicurati di rimanere in contatto con il tuo medico durante questo processo in modo che possa sostenerti e aiutarti in ogni modo possibile.

Lascia un commento