Zucchero e latticini fanno male alla pelle? Ecco cosa sappiamo

Condividi su PinterestUna nuova ricerca collega una dieta ricca di zuccheri e latticini a un aumento dei tassi di acne. Getty Images

  • Un nuovo studio collega una dieta ricca di latticini o zuccheri a tassi più elevati di acne.
  • I ricercatori hanno anche scoperto che l’inquinamento e altri fattori ambientali potrebbero avere un impatto sulla tua pelle.
  • Gli esperti dicono che ridurre i latticini e lo zucchero a favore di una dieta ricca di fibre con acidi grassi omega-3 può aiutare a portare a un viso senza macchie.

Alla ricerca di una pelle chiara, molti si sono rivolti a diete rigide, evitando latticini, zucchero o caffeina. Ma ci sono prove che la tua dieta rovinerà la tua carnagione, o è solo un altro mito sulla cura della pelle?

Bene, ora un nuovo studio aggiunge prove crescenti che ciò che mangi può influire sul fatto che scoppi o meno.

I ricercatori hanno scoperto che le persone con acne hanno molte più probabilità di mangiare prodotti lattiero-caseari su base giornaliera, secondo una nuova ricerca presentata quest’anno Congresso dell’Accademia Europea di Dermatologia e Venereologia (EADV) a Madrid.

Primo studio per esaminare i fattori ambientali e dietetici

Lo studio è il primo del suo genere a esaminare i fattori interni ed esterni che influenzano l’acne.

Per fare ciò, i ricercatori hanno esaminato i dati su oltre 6,700 partecipanti in Nord America, Sud America ed Europa.

Invece di guardare ai singoli fattori ambientali o di stile di vita, hanno esaminato il quadro generale concentrandosi sugli esposomi.

Il exposome è la misura di tutte le esposizioni – stile di vita, alimentazione e ambiente – di qualcuno nella sua vita e come possono influire sulla salute.

“Abbiamo condotto questa ricerca per migliorare la comprensione delle malattie dermatologiche e del ruolo svolto dagli esposomi, dai fattori interni ed esterni”, ha detto a Healthline la ricercatrice capo e professoressa Brigitte Dréno.

I ricercatori hanno scoperto che quasi il 50% delle persone con acne studiate consumava prodotti lattiero-caseari ogni giorno, rispetto a meno del 40% di coloro che non lo facevano. Hanno anche trovato un’associazione significativa per il consumo quotidiano di bevande dolci come soda o succhi e per mangiare cibi come pasticcini e cioccolato.

Lo studio non ha scoperto definitivamente che mangiare dolci o latticini causasse l’acne, ma solo che sono collegati.

Ma Dréno ha spiegato che le proteine ​​dei latticini possono influenzare le informazioni genetiche nella pelle, il che può provocare infiammazioni o influenzare la produzione di petrolio e, potenzialmente, ciò può portare all’acne.

L’acne lo è stimato colpire circa 1 persona su 10 a livello globale, ed è stato trovato colpire circa il 54% di tutte le donne adulte ad un certo punto della loro vita.

Zucchero e buccia

Dr. Fran E. Cook-Bolden, dermatologo certificato dal consiglio di amministrazione e chirurgo estetico con PC dermatologico avanzato e assistente clinico professore di dermatologia presso il Mount Sinai Health Systems, ha sottolineato che anche senza zuccheri aggiunti, i latticini contengono molto zucchero attraverso il lattosio.

“Ci sono due ragioni per cui i latticini sono associati all’acne, e voglio iniziare citando una citazione:” Lo zucchero è veleno “. I latticini contengono lattosio, una forma di zucchero “, ha detto Cook-Bolden a Healthline.

Cook-Bolden ha sottolineato che ci sono prove crescenti di come lo zucchero possa influire negativamente sul nostro corpo.

“Abbiamo molte prove, anche se il meccanismo esatto non è stato mappato, che lo zucchero stimola l’infiammazione, non solo nell’acne ma in molte malattie diverse, ma certamente nell’acne, e questo causa sblocchi”, ha detto.

Cook-Bolden ha anche sottolineato che non sono solo i dessert a contenere zucchero. Molti cibi apparentemente salati, come il formaggio o il pane, hanno un alto indice glicemico.

Un indice glicemico elevato può indurre il corpo a produrre molta insulina, secondo gli esperti può essere collegato a focolai peggiori. Invece, Cook-Bolden suggerisce di passare a cibi con un indice glicemico inferiore.

“Gli Omega-3 hanno proprietà antinfiammatorie. Possono effettivamente calmare gli sfoghi di acne “, ha detto Cook-Bolden. “Ci sono molti latte di noci che puoi usare come alternative ai latticini, come le mandorle.”

Anche fattori ambientali da incolpare

Ma non è solo quello che mangi. La tua pelle può essere influenzata da dove vivi e da come vivi.

Dréno ha affermato che l’esposizione all’inquinamento e allo stress è stata osservata più spesso anche nei partecipanti allo studio che soffrivano di acne. Non sorprende che lo studio abbia rivelato che le pratiche di cura della pelle dure venivano utilizzate più frequentemente anche dalle persone con acne.

Cook-Bolden ha detto che molte delle teorie ambientali sull’acne sono ancora oggetto di ricerca.

“Molto di questo è aneddotico, cose che vediamo nella nostra pratica ogni giorno, ma non esiste una medicina basata sull’evidenza in termini di inquinamento o cambiamenti di stagione che siano direttamente correlati all’acne”, ha detto Cook-Bolden.

Acne come sintomo di un’altra malattia

Se hai l’acne e non riesci a sbarazzartene indipendentemente da come cambi la tua dieta o la tua routine di cura della pelle, potresti voler incontrare un dermatologo. In alcuni casi, l’acne può essere un sintomo di una condizione sottostante, come la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS).

“Quando si hanno situazioni come acne molto grave o acne a insorgenza improvvisa, poniamo domande che possono puntare in quella direzione, come: ‘I tuoi periodi sono regolari? C’è stato un cambiamento? E chiedi anche della dieta, perché vuoi escludere altri fattori come zucchero e latticini “, ha detto Cook-Bolden.

La linea di fondo

Una nuova ricerca rileva una forte associazione tra il consumo di latticini e cibi o bevande ad alto contenuto di zucchero e l’acne degli adulti.

I ricercatori hanno anche trovato un’associazione simile per fattori ambientali come inquinamento, cambiamenti stagionali del tempo e persino pratiche dure per la cura della pelle.

Gli esperti dicono che ridurre l’assunzione di zucchero, mangiare cibi con un basso indice glicemico e consumare sani acidi grassi omega-3 può aiutare a controllare o addirittura prevenire i focolai di acne.

Lascia un commento